Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

venerdì 1 aprile 2011

Problema per OTV2: è atterrato in Italia.

Pare che questa notte l’Orbital Test Vehicle, il piccolo Space Shuttle denominato X-37B lanciato dalla base di Cape Canaveral il 5 marzo scorso abbia avuto un grave problema di volo che lo ha costretto al rientro d’emergenza.
E in base a diverse notizie di corridoio (e secondo Twitter c'è almeno un infiltrato alla NASA) risulterebbe atterrato proprio in Italia. A questo proposito ringrazio i radioamatori, fra i quali un’amica sarda, con cui sono rimasto in contatto tutta la notte per seguire gli eventi.

Purtroppo le informazioni sono molto frammentarie a causa della natura segreta della missione di OTV, ma ci sono moltissimi testimoni oculari del fatto. Si tratterebbe di un atterraggio d’emergenza eseguito all’aeroporto di Pratica di Mare, a pochi chilometri a sud di Roma, che è un'installazione militare e per questo motivo scelta dal DARPA americano per mettere in salvo la navetta e il suo contenuto.

Il problema dovrebbe essere abbastanza grave in quanto è stato riportato da un osservatore indipendente che l’OTV ha iniziato a perdere un qualche fluido, si presume del propellente, motivo per cui si è deciso per un rientro immediato. La prima segnalazione di questo problema si ha alle 0047 UTC. Rapidi calcoli eseguiti dai tecnici dell’USAF con la NASA hanno scelto l’Italia come punto di discesa per due motivi importanti.
Il primo è che con il traffico aereo militare a causa della crisi libica, si è pensato che fosse semplice inserire un velivolo in più, cosa che avrebbe permesso di passare inosservati, sia con il veicolo che con il bang supersonico che si produce durante l’avvicinamento.
Il secondo è la presenza di un pilota ed un controllore di volo sulla portaerei Enterprise (di stanza nel Mediterraneo) provenienti dal training NASA, che sono stati prontamente portati all’aeroporto per curare le procedure di approccio e per mantenere la segretezza al massimo livello. Si tratterebbe rispettivamente di John S. Ridgehead e Antony H. Bigscale, ex tecnici dell’Agenzia Spaziale Statunitense.

La foto "rubata".
Però l’esercito degli osservatori amatoriali ha effettuato il solito ottimo lavoro tracciando e seguendo l’X-37B fino all’atterraggio.
In particolare Antonio Rasbora, un radioamatore di Ardea che si trova sulla linea della pista principale di Pratica di Mare, sentito il tam-tam delle notizie propagate proprio dai radioamatori, è anche riuscito a vedere il piccolo velivolo che era ormai a bassissima quota. L’X-37B avrebbe toccato Terra alle 0535 UTC (le 7:35 italiane) circa di questa mattina. Una decina di appassionati hanno rapidamente raggiunto le recinzioni della pista, ma i tecnici di servizio hanno portato immediatamente in un hangar la navetta. Soltanto uno dei testimoni oculari, Sergio Brotula di Santa Palomba, sempre a pochi chilometri dall’aeroporto, è riuscito a scattare una fotografia decente dello spazioplano sulla pista. I curiosi sono stati immediatamente allontanati.

Se qualcuno ha ulteriori informazioni lo esorto a contattarmi o a commentare questa notizia, in modo da dare degli aggiornamenti in tempo reale.
Le notizie sono molto scarse (ringrazio ancora chi mi ha coinvolto in questo giro di informazioni), infatti il governo americano non ha nessuna intenzione di divulgare i dati della missione di OTV2, anche se prima o poi la verità dovrà pur venire a galla.

AGGIORNAMENTO.
Eh sì, ormai sta diventando un'abitudine. Era un pesce d'aprile. 
Anche se sarebbe interessante se capitasse (con esiti non drammatici come raccontato qui) è pura fantasia.
La mia intenzione era di farlo più elaborato, con più aggiornamenti consecutivi, ma ero in ufficio e quindi ho dovuto fare un singolo articolo.

Gli indizi non mancavano, come i cognomi dei protagonisti: tutti pesci.
I paesi nei dintorni dell'aeroporto sono veri (e Santa Palomba non è male) e la foto l'ho modificata perché non venisse trovata con TinEye.

All'anno prossimo.
A proposito, vi saluta l'amica sarda. ;)

7 commenti:

Enrico ha detto...

Filmato Ufo nei cieli di Carmagnola:

http://www.youtube.com/watch?v=XqubA_Pn9QU

Alter '82 Senior C.S.I. ha detto...

ma vorrei solo sottolineare una cosa: 1 aprile... ahahahahaahahah

Anonimo ha detto...

ma porca trottola è vero, è il 1 aprile... (vedendo la foto con le montagne avevo pensato che fosse atterrato ad Aviano!!).. hahaha ci hai fregati!!!

Luca

Vittorio ha detto...

"Houston, ha abboccato!"

Lucio ha detto...

L'avevo capito dal titolo che era una bufala da 1° Aprile.
Con le figuracce internazionali che fa il nostro governo figurati se gli americani si fidano a fare atterrare un gioiello del genere in Italia.

Monzitrek ha detto...

E i vostri commenti sono fra le cose più divertenti...

Grazie! ;)

Peter V. Good ha detto...

The satellite is still active. You may receive his signal on various frequencies. The most usefull can be 2247 MHz +\- doppler. Norad two-line elements on CelesTrak.