Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

giovedì 5 agosto 2010

Lancio Ariane.

Il vettore europeo Ariane 5 ha compiuto la sua terza missione commerciale dell'anno. Ieri, mercoledì 4, ha puntualmente consegnato in orbita geostazionaria due satelliti per telecomunicazioni che serviranno il continente africano con nuovi canali televisivi e connettività per i villaggi rurali.
Il razzo Ariane 5, alto 50,6 metri è stato lanciato dalla rampa ELA-3 alle 2059 UTC (22:59 CEST) ed è salito nel cielo parzialmente nuvoloso sopra la base spaziale di Kourou, nella Guiana Francese. Dopo aver puntato verso est dalla costa del Sud America, il razzo Ariane 5 ha sganciato i due booster a propellente solido dopo circa 2 minuti e 15 secondi dal decollo. Il primo stadio ha funzionato per 9 minuti dopodiché ha lasciato il posto al secondo stadio criogenico che si è acceso dopo pochi secondi.
Il secondo stadio ha funzionato per quasi 16 minuti, giungendo così in orbita dove ha rilasciato il primo satellite, il Nilesat 201, dopo 29 minuti di volo, seguito meno di 2 minuti più tardi dallo sgancio di Sylda, l'adattatore per il doppio carico di Ariane. Erano passati 33 minuti dal lancio quando è stato rilasciato anche il secondo satellite, Rascom-QAF1R.
Entrambi i satelliti sono stati posizionati in un'orbita ellittica di trasferimento con perigeo a 248 km, apogeo a 35924 km e inclinazione orbitale di 2 gradi.

Ogni satellite subirà ora alcune settimane di accensioni dei motori ed altri collaudi critici, prima di essere consegnato agli operatori finali, cosa che avverrà nel mese di settembre. Entrambi i satelliti sono stati costruiti da Thales Alenia Space in Francia.

Nilesat 201 (3200 kg circa) entrerà in servizio sui 7 gradi di longitudine ovest, raggiungendo altri due Nilesat e un satellite di proprietà europea. Fornirà copertura per televisione, radio e servizi Internet a larga banda per l'Africa ed il Medio Oriente. Ha 24 trasponditori in banda Ku e quattro in banda Ka e verrà gestito da Nilesat, società di telecomunicazioni controllata dallo Stato Egiziano.

Rascom-QAF1R (3050 kg) è stato ordinato per sostituire un satellite quasi identico reso quasi inutilizzabile da una fuga di elio dopo il lancio nel 2007. Il difetto ha portato il primo satellite Rascom-QAF a consumare più carburante del previsto, riducendone la vita utile da 15 a due o tre anni.
Rascom-QAF1R sarà posizionato sui 2,85 gradi di longitudine est e trasporta 12 transponder in banda C e otto in banda Ku con copertura dell'intero continente. Secondo dati RascomSat, questo satellite aiuterà a collegare fino a 150'000 villaggi rurali alle reti di comunicazione.

"È il 38esimo successo consecutivo per Ariane 5 e dall'inizio del 2010 abbiamo lanciato sei satelliti per telecomunicazioni, più di tutti i nostri concorrenti messi assieme", ha detto Jean-Yves Le Gall, presidente di Arianespace.
ArianeSpace ha annunciato due nuovi contratti: la società lancerà il satellite GSAT 10 per l'India e l'Intelsat 20 per la regione Asia-Pacifico.
L'azienda ha un portafoglio ordini di 22 lanci Ariane 5 e 17 voli del razzo Soyuz, che farà il suo primo lancio da Kourou il prossimo dicembre o all'inizio del 2011.

La prossima missione di Ariane 5 è prevista per il 15 settembre con un carico europeo (Eutelsat W3B) e giapponese (BSAT-3b). Un altro lancio con doppio satellite seguirà in ottobre o novembre, e Arianespace segnerà la fine 2010 con il lancio dell'ATV-2, la capsula europea da trasporto senza equipaggio per la Stazione Spaziale Internazionale.

Nessun commento: