Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

martedì 31 agosto 2010

ICESat: missione completata.

Dopo una missione durata sette anni, il satellite americano ICESat è stato deorbitato ieri, lunedì 30 agosto.
Il nome esteso era Ice, Cloud, and land Elevation Satellite ed ha avuto i primi problemi l'anno scorso, quando l'ultimo dei tre altimetri laser ha smesso di funzionare.
La decisione di deorbitare il veicolo è stata presa per evitare di "inquinare" l'orbita bassa con ulteriori relitti ed è quindi già dal giugno scorso che i motori di ICESat venivano accesi periodicamente per abbassare il perigeo dell'orbita portandolo a circa 200 km, quota alla quale l'atmosfera non impiega molto a riprendersi gli oggetti dall'orbita.
E puntualmente alle 0900 UTC circa di ieri, il satellite è piombato nell'atmosfera al disopra del mar di Barents disintegrando completamente i 920 kg di massa che lo componevano.

L'ultimo dei tre Geoscience Laser Altimeter System si è guastato nell'ottobre del 2009 ed era il principale strumento della sonda. Costruito al Goddard SpaceFlight Center, il laser GLAS, in 15 campagne osservative, ha eseguito circa 1,9 miliardi di misurazioni della coltre ghiacciata che ricopre diverse zone del nostro pianeta. Uno dei risultati più significativi è stato la quantificazione della riduzione delle calotte polari e soprattutto la misurazione della perdita di spessore della coltre ghiacciata presente sulla Groenlandia, che è risultata ben inferiore a quanto calcolato da altri studi.
Il satellite ha anche eseguito rilevazioni riguardanti la vegetazione, le nubi e le sostanze sospese in atmosfera.

Il successo di ICESat è stato tale da spingere la NASA ad iniziare lo sviluppo di una missione ICESat-2 che verrà lanciata nel 2015. Per continuare con le rilevazioni, l'Agenzia Spaziale Americana ha iniziato una campagna di rilevazione aerea chiamata Operation Ice Bridge, che permetterà di avere dati per una continuità di rilevazioni fra le due missioni.

La missione ICESat era stata dichiarata terminata già nel febbraio di quest'anno, quando dopo numerosi tentativi, non era stato possibile riattivare il GLAS.

Nell'immagine una rappresentazione artistica di ICESat.
Fonte: NASA.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Luigi purtroppo non ho avuto molto tempo per commentare le notizie, anche se le seguo ogni giorno.

Vorrei farti dare un occhiata a quest'articolo, se è vero sarebbe inquietante:
http://it.notizie.yahoo.com/53/20100831/ttc-in-orbita-si-invecchia-di-40-anni-in-f0c422d.html

Luca