Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

mercoledì 18 febbraio 2009

Eventi Astronomici.

Nei prossimi giorni ci saranno alcuni fenomeni astronomici che ci obbligheranno ad alzare gli occhi al cielo.

Il 22, 23 e 24 febbraio alle 6:30 del mattino, guardando verso l'orizzonte est, dove si deve alzare il Sole, avremo la bellezza di 4 astri in stretta congiunzione.
Marte, Giove, Mercurio e la Luna inizieranno una danza che li vedrà spostarsi nel cielo entro una dozzina di gradi (ricordo che il diametro apparente della Luna è circa mezzo grado) e da una giornata all'altra le posizioni reciproche cambieranno visivamente.

Il 27, dopo essere passata per la fase di 'nuova', la Luna si troverà in congiunzione con Venere e potrà essere vista dalle 18:30 circa. In base a quello che ho visto stasera (alle 18:10 Venere era già visibilissima nel cielo ancora decisamente chiaro) anche prima.

Il vero fenomeno è però la cometa Lulin che si sta avvicinando al momento di massima luminosità, calcolata in magnitudine +6, ma che si presume possa raggiungere +4.
All'inizio del mese un brillamento solare ne ha strappato una parte della coda, ma non è un punto a sfavore, anzi, se il nucleo è instabile potrebbe avere degli aumenti repentini della luminosità.
Sarà visibile ad occhio nudo come una leggera nuvoletta luminosa e ad esempio il 24 sorgerà circa alle 18:30 e si sposterà molto vicino all'eclittica, il piano orbitale dei pianeti e dove 'passa' il Sole. Quindi quando dico che 'sorge', si alza ad est più o meno dove sorge il Sole. Proprio il 24 si troverà a soli 2 gradi da Saturno.
Tenderà a sorgere sempre prima, quindi quando scendono le tenebre si troverà ogni giorno più alta nel cielo, anche se inizierà l'allontanamento dalla Terra e la conseguente diminuzione della luminosità.
Questa cometa segue un'orbita parabolica, quindi non tornerà più nei pressi del Sole, ma è destinata a perdersi nello spazio.

Nessun commento: