Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

mercoledì 9 aprile 2008

Expedition 17 in rotta verso la ISS.

Procedura di attracco di domani giovedì 10 aprile

Ora italiana.
11:25 ... Trasferimento dei controlli della ISS dal lato USA a quello Russo.
12:41 ... Inizio Automated Rendezvous and Docking (AR&D).
12:56 ... Stazione in assetto da attracco.
13:04 ... AR&D primo impulso.
13:24 ... AR&D secondo impulso.
13:27 ... Attivazione Soyuz/KURS-A.
13:29 ... Attivazione Zvezda/KURS-P.
13:47 ... AR&D terzo impulso.
13:52 ... Dati KURS-P 80 km.
14:10 ... Alba.
14:13 ... Test a corto raggio del KURS a 15 km.
14:19 ... Distanza: 9 km.
14:20 ... Distanza: 8 km; attivazione Soyuz TV.
14:29 ... AR&D impulso 4.
14:31 ... AR&D punto d’intercettazione balistica.
14:34 ... AR&D impulso 5.
14:36 ... AR&D impulso 6.
14:38 ... AR&D inizio volo ravvicinato.
14:47 ... AR&D inizio volo sincrono.
14:53 ... AR&D inizio procedura finale.
15:02 ... Attracco.
15:05 ... Tramonto.
15:06 ... Perdita di segnale dalla stazione russa di terra.
15:22 ... Agganci Soyuz assicurati, ormeggio consolidato.
15:23 ... ISS ritorna ad assetto standard.
16:05 ... Sistema di propulsione USA riprende il controllo.
17:50 ... Apertura boccaporto Soyuz/ISS.

Piccola descrizione della capsula Soyuz TMA.

Il Modulo Orbitale è quello che viene utilizzato per l’attracco con la Stazione e che contiene i rack con i materiali da trasportare in orbita.
Viene sganciato prima del rientro insieme al Modulo di Servizio e Strumentazione contenente i motori principali, i serbatoi e tutti i sistemi vitali del veicolo.
Il cuore della Soyuz è il Modulo di Discesa che contiene i sedili per l’equipaggio e serve sia per contenere i Cosmonauti che per proteggerli nel rientro grazie allo scudo termico installato nella parte bassa.
La sua forma è studiata per ottimizzare l’impatto con l’atmosfera ed orientarsi automaticamente e aerodinamicamente con lo scudo termico nella direzione della velocità, come un galleggiante per pescare…

Nessun commento: