Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

lunedì 14 febbraio 2011

In breve.

L’amministrazione Obama ha proposto di ripetere per il 2012 il finanziamento NASA al livello del 2010, cioè sui 18,7 miliardi di dollari.
La richiesta era ovviamente al rialzo di circa 750 milioni e il livello si pone circa 300 milioni sotto al budget approvato per il 2011, ma con il pensionamento dello Shuttle e senza grandi programmi previsti dopo la cancellazione del Constellation, il rischio maggiore era rappresentato dal Congresso che con queste premesse, era già convinto di diminuire il finanziamento.
Fra i finanziamenti spicca la conferma di Orion con 2,8 miliardi e 3,95 miliardi per l’esplorazione robotica, oltre mezzo miliardo in più dell’anno scorso.

Deep Impact ha lanciato un proiettile da 370 kg
contro la cometa Tempel 1 nel luglio 2005,
ma la polvere sollevata ha impedito
di vedere il cratere formatosi sulla superficie.
[NASA/JPL/UMD/Pat Rawlings
].
È previsto per questa notte il Rendez-vous della sonda Stardust con la cometa Tempel 1. Rinominata Stardust New Exploration of Tempel (Stardust NExT), passerà alle 0437 UTC del 15 febbraio a quasi 200 km dal nucleo della cometa che venne visitata dalla sonda Deep Impact nel 2005.
Riprenderà 72 immagini ad alta definizione e circa un’ora dopo il rendez-vous, la sonda ripristinerà il collegamento con Terra per inviare i dati registrati. Impiegherà circa 12 ore per trasmettere tutte le immagini e gli altri dati scientifici.

United Launch Alliance ha testato dei sistemi di sicurezza studiati per i suoi vettori Atlas e Delta, per poter iniziare la certificazione per il volo umano, nella prospettiva di poter trasportare in orbita le capsule del programma CCDev attualmente in sviluppo.
ULA sta collaborando con NASA proprio per questo scopo, riuscire a portare gli americani in orbita con il Delta 4 e l’Atlas 5 entro il 2015.
Questa prima fase riguarda lo sviluppo di un EDS (Emergency Detection System), un calcolatore in grado di rilevare qualsiasi possibile problema ed attivare un sistema di abort per portare rapidamente in salvo l’equipaggio.

Nessun commento: