Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

venerdì 9 ottobre 2009

LCROSS, lo schianto sulla Luna.

La missione LCROSS è stata un successo.
Almeno così sembra!
Mi spiego meglio. Durante la fase di avvicinamento a bordo della sonda erano montati diversi strumenti, fra cui anche delle telecamere. Le immagini giunte a Terra dalle telecamere non hanno visualizzato nessuna nube di polveri derivante dall'impatto del Centaur. Gli strumenti, fra cui anche i preziosissimi spettrometri, hanno invece registrato molti dati che dovranno essere analizzati durante i prossimi giorni. Anche i telescopi a Terra hanno rilevato dati spettrali, ma non segni di nuvole di detriti nel visibile.

In sostanza quello che è stato detto nella conferenza stampa delle ore 1400 UTC è che gli scienziati non sono sicuri di cosa abbia visto la sonda. L'unico dato curioso è stato un flash nella banda del Sodio, totalmente inatteso.

Anche Lunar Reconnaissance Orbiter ha ripreso l'evento eseguendo una rotazione di 81° per inquadrare la zona. Nel punto più vicino è passata a 76,5km dal punto dell'impatto. Lo strumento LAMP (che è uno spettrometro ultravioletto) ha rilevato l'emissione di materiali e i dati ricevuti sono già sotto analisi. Il Diviner (un radar altimentro per immagini) ha anche rilevato il nuovo cratere.

Insomma, lo scopo della missione, cioè raccogliere dei dati, è stato raggiunto. Ora ci vorrà molto tempo per organizzarli ed analizzarli tutti.

Ecco il video degli ultimi sei minuti di LCROSS.

11 commenti:

phoenix 1994 ha detto...

Ma se c'è acqua sulla Luna allora se non erro costruiranno (prima o poi) una base lunare!
E sulla base lunare c'è una cosa che mi preoccupa: la Luna non ha atmosfera e quindi è soggetta sempre ad eventuali bombardamenti di meteoriti dallo spazio, il che vuol dire che appena finita di costruire la base lunare (o in anni successivi a tale evento) potrebbe cadere un meteorite proprio sulla base e la distruggerebbe! Ciò obblighrebbe la NASA a ricostruire la base sborsando ulteriore denaro! E poi, lo scenario del meteorite detto prima potrebbe ripetersi all'infinito!
Oh noooooooooooooo! :(((((((((((((

Monzitrek ha detto...

Be', l'intenzione è quella di costruire una base permanente a prescindere dalla presenza dell'acqua.
Se troviamo pure l'acqua meglio ancora.

Il rischio meteoriti non è molto diverso da quello che corre la ISS, con la differenza che la Stazione Spaziale è scoperta da tutte le direzioni, mentre una potenziale Stazione Lunare ha la Luna che la protegge da metà cielo...

davide.crescini ha detto...

beh la stazione lunare sarebbe immobile

ian_powered ha detto...

la ISS puo spostarsi nello spazio ed evitare un meteorite, la luna no, mi spieghi come cavolo fa la luna a proteggere una base su di essa?
ma dai!!!
^_^

Monzitrek ha detto...

3 considerazioni.
- in orbita terrestre sono presenti una quantità incredibile di detriti prodotti dai nostri lanci. La ISS evita i MMOD (Micro Meteoroids and Orbital Debris) solo se sono catalogati e quindi praticamente solo gli orbital debris.
Sulla Luna i detriti sono assenti e quindi si parla solo di meteoroidi.
- Un meteoroide che arriva dallo spazio può avere velocità superiori rispetto alla velocità della ISS (8 km/s) arrivando anche a 20-25 km/s. Per questo motivo la Stazione è 'vulnerabile' anche 'di coda' rispetto alla velocità orbitale. Sulla Luna i meteoroidi possono arrivare solo 'dall'alto' in quanto la semisfera di terreno è uno scudo naturale.
Matematicamente la ISS è vulnerabile da 4π steradianti, mentre una base lunare lo è solo da 2π steradianti.
- Inoltre la ISS è in 'volo libero', cioè è vulnerabile frontalmente come il parabrezza di un'auto rispetto agli insetti che lo colpiscono.
Una Base Luna sarebbe la stessa auto trasportata su una bisarca, che fa da scudo deflettendo l'aria e ciò che contiene.
Mi spiego meglio. La possibile base permanente sarebbe costruita su un polo del nostro satellite per ragioni di illuminazione (quindi controllo termico e produzione continua di energia con i pannelli solari), posizione che la metterebbe 'tangenziale' rispetto al moto orbitale della Luna. Inoltre il campo gravitazionale lunare tenderebbe a 'spazzare' (al contrario dell'esempio della bisarca, li raccoglierebbe invece di allontanarli) e fare cadere eventuali meteoroidi in arrivo sulla faccia esposta al moto.

^_-

davide.crescini ha detto...

yeah

Anonimo ha detto...

Ma perchè nel video mentre la sonda si avvicina verso la luna si vedono immagini a scatti?

Anonimo ha detto...

Altra cosa: ma l'Hubble non ha fatto video/foto su ciò?

Monzitrek ha detto...

Perché la banda passante disponibile per il video è stata limitata per privilegiare i dati scientifici.

Se mancavano dei fotogrammi pazienza, con l'interpolazione si possono anche ricostruire, ma se mancavano i dati, erano definitivamente persi...

Monzitrek ha detto...

Sì, Hubble ha eseguito delle riprese che sono sotto analisi come tutte le altre...

phoenix 1994 ha detto...

Io mi immagino di atterrare con uno spazioplano sulla base lunare futura...
Beh, comunque ci sono già riuscito col Delta-glider del simulatore "Orbiter" consigliato da Anonimo qualche tempo fa!
:)