Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

domenica 18 ottobre 2009

Lancio Atlas 5 da Vandenberg.

Tra poco, alle 18:18 CEST, diretta del lancio del Satellite Meteorologico Militare DMSP F18 dalla base Californiana di Vandenberg.
Il vettore è un Atlas V con upper stage Centaur.
Qui la diretta webcast.
Ulteriori info in arrivo.

Il booster Atlas V ha un diametro di 3,75m ed una lunghezza di 32m. Il motore principale è un RD-180 (singolo motore a due camere) alimentato a kerosene e ossigeno liquido. La spinta al decollo è di 387 tonnellate ed il volo dell'intero vettore è controllato dall'avionica dello stadio Centaur.
Il Centaur, secondo ed ultimo stadio, ha un diametro di 3m ed è lungo 12,6m. E' propulso da un singolo motore RL10A-4-2 che genera 10 tonnellate di spinta alimentato con idrogeno ed ossigeno liquidi.
Il lancio è gestito da ULA, United Launch Alliance.

Sequenza di verifica GO/NO GO completata.
Tutte le postazioni riportano l'OK per il lancio.

Countdown ripartito.
Pressurizzazione dei serbatoi eseguita.

Meno di 2 minuti al lancio.
Sequenziatore automatico di lancio avviato.

Questo è il 600esimo lancio di un vettore Atlas.
- 1 minuto.

Partito!

Ci vorranno 18 minuti per raggiungere l'orbita prevista.

85" di volo. Superata la velocità Mach 1. Il motore passa a piena potenza.

2'25" il vettore pesa ora la metà rispetto al momento del decollo.

3'20" Il volo prosegue secondo i piani. Motore al 92%.

4'10" BECO (Booster Engine Cut Off)

4'20" Sgancio booster

4'27" Accensione motore Centaur

4'40" Apertura del Fairing (del carico)

8'00" La missione prosegue su parametri nominali. Tutti i sistemi sono OK.

16'20" MECO 1 (Main Engine Cut Off) per il Centaur.

18'20" Separazione del satellite. Missione terminata.
Ora tocca ai motori propri del satellite il posizionamento preciso sull'orbita prevista.
Il Centaur eseguirà ora una serie di test per verificare alcune possibilità per questo stadio orbitale, fra le quali ci sarà l'uscita dal campo gravitazionale terrestre con il posizionamento in un'orbita eliocentrica.

L'orbita finale sarà polare eliosincrona (inclinazione 99°) ad una quota di 857km.
E' un satellite Defense Meteorological Satellite Program e raccoglierà informazioni meteo, oceanografiche e geofisiche del nostro pianeta.

Qui trovate ulteriori informazioni ed il video del lancio.
Nel bel video si vede la potenza del motore dell'Atlas che spazza il pad da tutta la nebbia che lo avvolge.

Nell'immagine in alto il poster di missione.
In foto la fitta nebbia che avvolgeva il pad di lancio, coltre che si limitava a coprire quasi esclusivamente fino all'altezza della torre di servizio.
Fonte: ULA.