Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

venerdì 24 ottobre 2008

Phoenix Mars Mission vince l’edizione 2008 del Wernher Von Braun Astronautics Engineer Award.

Barry Goldstein del Jet Propulsion Laboratory ha accettato a nome del team di Phoenix, il ventesimo premio annuale dedicato al genio di Von Braun consegnatogli al Davidson Center for Space Exploration nel Marshall Space Flight Center ad Huntsville, in Alabama.
Questo evento rende onore alla memoria di von Braun, uno dei più importanti progettisti di razzi e padre dell’esplorazione spaziale dagli anni ‘30 agli anni ’70. La delegazione di Huntsville del National Space Club, che sponsorizza la manifestazione, assegna il premio ai singoli o gruppi che hanno dato un contributo significativo all’esplorazione spaziale e al primato americano in missilistica ed astronautica.
“È giusto che il manager del progetto Phoenix, Barry Goldstein, riceva il premio in nome del suo team”, ha detto Peter Smith dell'UA Lunar and Planetary Laboratory, appartenente al team di Phoenix. “Barry rappresenta il gruppo di ingegneri aerospaziali che hanno dimostrato la loro eccellenza nella missione fin dal viaggio verso Marte ed anche dopo, una volta che la sonda era giunta a destinazione”.
“Questo premio testimonia che il nostro gruppo ha realmente raggiunto gli ideali di Von Braun”, ha aggiunto Smith. “Ed è grazie al fatto che von Braun ha voluto proseguire nel suo lavoro sulla missilistica che gli uomini sono scesi sulla Luna con la prospettiva di giungere un giorno su Marte”.
Il Phoenix Mars Lander ha raggiunto le pianure settentrionali di Marte il 25 maggio 2008 dove ha studiato la zona artica del Pianeta Rosso per trovare:
- evidenze della presenza di acqua liquida nel passato,
- verifica delle condizioni di abitabilità,
- rilievo del clima e dell’atmosfera attuale.
I laboratori e la strumentazione di bordo hanno testato e analizzato il suolo marziano e il ghiaccio, per scoprirne le proprietà chimiche e minerali. I sistemi fotografici di bordo hanno inoltre inviato a Terra oltre 25'000 fotografie della superficie.

All’inizio di questo mese la Missione Phoenix è stata la destinataria del 2008 Popular Mechanics Breakthrough Award per l’innovazione e nel 2007 aveva già vinto l'Arizona Governor's Innovation Award premio per cui è già finalista anche quest’anno.

Nella foto il premio.

Nessun commento: