Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

sabato 17 marzo 2012

Notiziario

Lo Space Shuttle Discovery ha lasciato per l’ultima volta l’OPF per raggiungere il VAB in attesa di essere agganciato sul Boeing 747 SCA e raggiungere lo Smithsonian.
[Justin Ray/Spaceflight Now]
È la prima delle tre navette ad essere pronta per l’esposizione al pubblico. Durante lo spostamento ha incrociato Atlantis per le vie del KSC: per assurdo al KSC c’è più traffico di navette ora rispetto a quando erano operative…

Ulteriore ritardo per il lancio dell’osservatorio spaziale NuSTAR che doveva avvenire a bordo di un vettore Pegasus XL. I tecnici stanno ancora cercando di correggere i problemi software al sistema di gestione del volo e non si ha ancora una possibile data di partenza, ma sarà sicuramente dopo la fine di marzo. Il vettore ha avuto un recente aggiornamento del computer di navigazione e c’è apprensione per ciò che riguarda l’affidabilità del software. Ricordiamo che i vettori Pegasus XL vengono lanciati in volo da un aereo appoggio Lockheed L-1011 che decolla dalla base aerea Ronald Reagan nell’atollo Kwajalein.

Il trentesimo vettore Atlas 5 sta prendendo forma alla base di Cape Canaveral, preparandosi così per il lancio del 27 aprile, quando porterà in orbita il secondo satellite militare AEHF (Advanced Extremely High Frequency), che resterà in uso all’Air Force americana. Molti di voi si ricorderanno del primo esemplare di questo satellite che, a causa di un’ostruzione agli ugelli dei motori principali, non aveva potuto inserirsi nell’orbita finale. Era stato salvato grazie al lavoro certosino dei controllori di volo che, in 14 mesi e con oltre 500 accensioni dei motori elettrici di manovra, erano riusciti a portare il veicolo nella posizione voluta.
Con il suo peso di oltre sei tonnellate e il costo di un miliardo di dollari per satellite, questo progetto è una collaborazione fra Lockheed Martin, Northrop Grumman e i lanci vengono gestiti da ULA.

Trattative sono in corso fra la SpaceX e la NASA per l’assegnazione della rampa 39A all’azienda privata, per utilizzarla come spazioporto per i vettori Falcon Heavy. Se la trattativa andrà in porto, dovrà essere smantellata la torre e la struttura di servizio per fare posto alla nuova torre ombelicale e sarà costruito anche un complesso di assemblaggio orizzontale.

Splendida immagine ripresa il 16 febbraio scorso dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter: la fotocamera ad alta risoluzione HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment) inquadra un dust devil, un mulinello, del diametro di una trentina di metri e alto almeno 800. È un altro esempio di come la ricerca in questo campo è anche bella da vedere.

Nessun commento: