Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

lunedì 11 luglio 2011

Status Report: STS-135-05.

STS-135 MCC Status Report #05
4 p.m. CDT Monday, July 10, 2011
Mission Control Center, Houston, Texas

Atlantis è attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale alle 1507 UTC di domenica con un modulo di trasporto pieno di equipaggiamenti e rifornimenti nel vano di carico.

“Atlantis in arrivo” ha detto l’ingegnere di volo Ron Garan dopo aver suonato la tradizionale campana della Stazione. “Benvenuto alla International Space Station per l’ultima volta”.

Dopo una pausa necessaria per lasciar smorzare le oscillazioni reciproche dei due veicoli e controllato eventuali perdite di gas sul condotto di attracco, i portelli che separavano gli equipaggi sono stati aperti alle 1647 UTC. L’equipaggio Shuttle, composto dal comandante Chris Ferguson, pilota Doug Hurley e Mission Specialists Sandra Magnus e Rex Walheim sono entrati poco dopo per la loro permanenza di oltre una settimana.

La prima cosa che hanno seguito è stata la riunione sulla sicurezza, dopodiché il lavoro è iniziato.

Ferguson e Hurley hanno usato il braccio dello Shuttle per prendere l’estensione del braccio lunga 15 metri sporta loro dai componenti dell’equipaggio della Stazione Garan e Satoshi Furukawa con il braccio Canadarm 2. Il braccio boom è stato preparato per un eventuale controllo approfondito dello scudo termico della navetta. Intanto Magnus lavorava sulle impostazioni TV e Walheim trasferiva le tute per EVA.

L’attracco è avvenuto esattamente come previsto. Atlantis ha iniziato l’avvicinamento finale da circa 13 km di distanza con l’accensione terminale avvenuta alle 1229 UTC.

A circa 200 metri sotto la Stazione, Atlantis ha eseguito una capriola all’indietro per permettere agli occupanti dell’avamposto di fotografare lo scudo termico della navetta. Mike Fossum, Satoshi Furukawa e Sergei Volkov hanno usato fotocamere con obiettivi da 1000, 800 e 400 mm di focale per riprendere immagini digitali ad alta definizione delle superfici esterne dello Shuttle. Le foto sono state poi inviate al Controllo Missione per la valutazione da parte degli esperti su possibili danni.

I controllori di volo hanno iniziato a seguire i report del Comando Strategico Statunitense del Dipartimento della Difesa secondo cui un detrito orbitale potrebbe avvicinarsi al complesso Shuttle-Stazione nel pomeriggio di martedì. L’oggetto, parte del satellite COSMOS 375, è uno degli oltre 500'000 frammenti seguiti in orbita terrestre. Dopo l’attracco alla Stazione, il team che controlla la situazione aggiornerà sulla traiettoria precisa e se sarà necessaria un’accensione dei motori di manovra dello Shuttle per evitare l’impatto.

[Status Report originale NASA/JSC]

Nessun commento: