Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

sabato 14 agosto 2010

Lancio Atlas.

Un sofisticato satellite militare è stato lanciato oggi a bordo di un razzo Atlas 5 dalla rampa SLC-41 della Cape Canaveral Air Force Base.

Il vettore alto 60 metri ha lasciato la rampa alle 1107 UTC e nel giro di 5 minuti il satellite AEHF-1 del peso di 6170 kg era già fuori dall'atmosfera e pronto per ricevere le due spinte date dall'upper-stage Centaur che lo avrebbero posto in orbita di trasferimento verso la posizione geostazionaria.

I primi 100 giorni saranno utilizzati dal controllo di Terra per effettuare molti esperimenti e diverse correzioni orbitali utilizzando i motori a ioni montati sul veicolo. Il suo posizionamento finale dovrebbe essere nella posizione 90° longitudine ovest.

Questa nuova classe di satelliti è all'avanguardia e sostituiranno i vecchi Milstar che hanno fatto un lavoro egregio per le forze armate americane. Ma tutti e 5 i satelliti Milstar hanno superato i 7 anni di servizio (2 hanno superato i 10 anni) ed è quindi giunta ora di rimpiazzarli. Gli AEHF costruiti dalla Lockheed Martin in collaborazione con la Northrop Grumman sono in grado di fornire flussi dati molto più veloci e possono gestire una quantità cinque volte superiore di canali di comunicazione rispetto ai loro predecessori.
Costruiti sulla piattaforma Lockheed Martin A2100, questi nuovi satelliti hanno una vita prevista di 14 anni ed hanno un sistema di generazione dell'energia di bordo basata su due pannelli solari con un'apertura totale di 27 metri.
Il sistema sarà composto da 4 satelliti per un costo complessivo per l'Air Force di quasi 6 miliardi e mezzo di dollari.

In foto il lancio.
Fonte: Ben Cooper/Spaceflight Now.

Nessun commento: