Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

sabato 15 maggio 2010

STS-132 Partita!

E io c'ero!
L'ultimo lancio dello Space Shuttle Atlantis è avvenuto perfettamente e senza alcun tipo di ritardo. La navetta è salita in orbita nel solito tripudio di fumo e fiamme, spinta da un bagliore accecante e seguita da un rombo cupo e scoppiettante.

Tutte queste sono le sensazioni che si percepiscono nel momento in cui si avviano i motori e quando si alza la nube di vapore degli SSME, lo Shuttle sembra scomparire per poi sbucare dopo pochi secondi e catapultarsi nel cielo mentre un brivido vi corre per la schiena: "Non è vero, ma sono qui e quelle sono 2000 tonnellate che portano 6 persone ed alcune tonnellate di carico per la Stazione Spaziale Internazionale, la nostra casa nello Spazio".

Sono ormai passate alcune ore e ripensandoci non mi sembra ancora vero.
Il fumo e quella luce simile a quella del Sole che nessuna ripresa televisiva potrebbe riprodurre. Atlantis che percorre un arco in cielo fino a diventare una stella luminosa nel cielo azzurro e che si divide in tre, prima di scomparire alla vista.
Un sogno realizzato: vedere dal vivo uno spettacolo che è più di un semplice avvenimento, ma è una vera e propria esperienza sensoriale che coinvolge tutta la persona.
I preparativi, essere spostati da una struttura all'altra, giungere nel punto prefissato e attendere pazientemente in mezzo a migliaia di altre persone provenienti da tutto il mondo.
E infine agli ultimi trenta secondi dal lancio tutti tacciono, se è possibile anche gli uccelli e si sente solo più la voce del commentatore che dagli altoparlanti scandisce il conto alla rovescia.
"Thirty seconds... and counting...
Twenty seconds... and counting...
Fifteen seconds...
Twelve...
Eleven..."
E tutto il coro che cresce man mano che si avvicina il momento fatidico fino al decollo vero e proprio che, in mezzo alle urla da stadio degli astanti, fa quasi strizzare gli occhi per il fastidio, soprattutto perché nel frattempo ci siamo tolti gli occhiali da sole per vedere meglio.

Lo Shuttle sale, sale sempre di più e nel giro di una trentina di secondi giunge il rombo cupo dei motori che ti prende lo stomaco. E dire che siamo a circa 10 km di distanza!

Fantastico!
Lo consiglio a tutti coloro che vogliono sentire sulla propria pelle quell'emozione che provano ogni volta che vedono le immagini di un motore a razzo in funzione.

Qui trovate la scheda tecnica e il video del lancio.

In foto la sequenza del lancio di oggi ripresa personalmente da mia moglie. Da semplice "simpatizzante" per l'astronautica, oggi ha avuto un brivido che probabilmente la renderà ancora più mia complice in questa passione.

9 commenti:

OmegaRay ha detto...

Semplicemente fantastico!
Grazie per la descrizione di certi effetti (la luce e il l'effetto del rumore) altrimenti impossibili da percepire!

Sanduleak SN ha detto...

bhe! Semplicemente stupendo!!! Ho visto il lancio con i miei figlie dalal diretta della NASA e ho fatto fatica a mangiare per l'emozione!!!

Grazie di avere condiviso con noi questo momento!!!

phoenix 1994 ha detto...

Ho visto la diretta in italiano sul sito di AstronautiCAST.
L'emozione mi è partita a due minuti dal lancio per aumentare sempre di più culminando al momento del lancio e rimanendo tale anche nei momenti immediatamente successivi!
Ora che ci penso mi sta per venire il magone in gola a rendermi conto che di decolli come questo ne vedremo soltanto altri due!

Anonimo ha detto...

Mia mamma Lucia purtroppo è volata in cielo insieme all'Atlantis...

GIANFRANCO D'ELIA

Monzitrek ha detto...

@OmegaRay
me ne avevano parlato, ma vederlo è una cosa incredibile...

@Sanduleak
dopo essermi alzato alle 4:30 con una colazione a base di 30 grammi di biscotti e, a pranzo, un semplice hamburger (senza salse o verdure - sulla Causeway non c'era molta scelta!) non ho avuto bisogno di altro fino a cena...
E devo dire di essere stato fortunato dato che non sono incappato in nessun ritardo del lancio, neanche solo per il meteo. Mi piacerebbe essere un po' gli occhi e le orecchie di chi, per un'infinità di ragioni, non riuscirà ad assistere a questo emozionantissimo evento. ;)

@Phoenix
hai ragione, ed è per quello che ho fatto di tutto per riuscire a godermi questo grandioso spettacolo!!

@Gianfranco
mi dispiace...

elisa ha detto...

spero di avere la fortuna di vederlo a settembre in viaggio di nozze...ancora non dicono niente dal sito della NASA a proposito di un suo slittamento a ottobre: tu che dici? hai origliato nulla?!

ciao!
elisa

Monzitrek ha detto...

Ti auguro di riuscire a vedere il lancio perché è una esperienza indimenticabile...

Appena rientro cercherò di rimettermi al passo con le notizie: c'è abbastanza carne al fuoco!

A presto!

elisa ha detto...

allora attedno fiduciosa! al momento tengo d'occhio i voli per settembre, ma aspetto a compralo...
buon rientro

elisa

phoenix 1994 ha detto...

"Mi piacerebbe essere un po' gli occhi e le orecchie di chi, per un'infinità di ragioni, non riuscirà ad assistere a questo emozionantissimo evento. ;)"

Ci sei riuscito con la tua superdettagliata descrizione delle emozioni che si avvertono al decollo dello Space Shuttle!
Sei riuscito perfettamente a rendere realtà i sogni di tutti noi!