Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

sabato 13 febbraio 2010

STS-130 Flight Day 7.

Durante il giorno 6 il controllo missione ha validato la protezione termica di Endeavour per il rientro. Anche i piccoli difetti riscontrati nei giorni scorsi non appare possano diventare pericolosi durante il rientro.
Intanto si è iniziato l'allestimento del Nodo 3, senza però attivare l'alimentazione elettrica dato che il sistema di raffreddamento verrà allacciato durante la EVA-2 in programma durante il FD7.

Ecco il dettaglio delle operazioni previte.

Flight Day 7 – 13/14 febbraio.

Orb. Ora(CET) - Mission Time Operazione.

87 - 22:14:08 - 05.12.00.00 - STS/ISS risveglio equipaggi
88 - 22:54:08 - 05.12.40.00 - EVA-2: ripressurizzazione per igiene personale
88 - 23:39:08 - 05.13.25.00 - EVA-2: depressurizzazione a 0,7 bar
90 - 01:34:08 - 05.15.20.00 - EVA-2: spurgo tute
90 - 01:39:08 - 05.15.25.00 - Installazione IMV di sinistra sul ponte
90 - 01:49:08 - 05.15.35.00 - EVA-2: pre-respirazione
90 - 02:39:08 - 05.16.25.00 - Installazione IMV di sinistra sul soffitto
90 - 02:39:08 - 05.16.25.00 - EVA-2: depressurizzazione
91 - 03:09:08 - 05.16.55.00 - EVA-2: tute su alimentazione indipendente
91 - 03:14:08 - 05.17.00.00 - EVA-2: uscita
91 - 03:39:08 - 05.17.25.00 - Trasferimento stivaggio ISP
91 - 03:49:08 - 05.17.35.00 - EVA-2: sistemazione MLI Node 3
91 - 04:09:08 - 05.17.55.00 - EVA-2: installazione collegamenti Ammoniaca
92 - 05:34:08 - 05.19.20.00 - EVA-2: installazione MLI Ammoniaca
93 - 06:19:08 - 05.20.05.00 - EVA-2: EV2: apertura circuito A QDs
93 - 06:19:08 - 05.20.05.00 - EVA-2: EV1: apertura circuito A QDs del Node 3
93 - 06:39:08 - 05.20.25.00 - Controllo IMV di sinistra sul ponte
93 - 06:39:08 - 05.20.25.00 - EVA-2: chiusura MLI Ammoniaca
93 - 06:54:08 - 05.20.40.00 - rimozione ISP 1
93 - 07:09:08 - 05.20.55.00 - Controllo IMV di sinistra sul soffitto
93 - 07:09:08 - 05.20.55.00 - EVA-2: EV2: allestimento Node 3
93 - 07:19:08 - 05.21.05.00 - EVA-2: EV1: allestimento Node 3
94 - 07:39:08 - 05.21.25.00 - rimozione ISP 2
94 - 08:24:08 - 05.22.10.00 - Preparazione del rack di avionica del Node 3
95 - 09:09:08 - 05.22.55.00 - EVA-2: ingresso
95 - 09:39:08 - 05.23.25.00 - EVA-2: pressurizzazione
95 - 09:54:08 - 05.23.40.00 - Manutenzione tute
95 - 09:54:08 - 05.23.40.00 - Depressurizzazione Cupola (parte 1)
96 - 10:44:08 - 06.00.30.00 - Depressurizzazione Cupola (parte 2)
96 - 11:09:08 - 06.00.55.00 - Depressurizzazione Cupola (parte 3)
96 - 11:39:08 - 06.01.25.00 - SSRMS si porta su Cupola e la aggancia
98 - 13:44:08 - 06.03.30.00 - ISS inizio periodo di sonno
98 - 14:14:08 - 06.04.00.00 - STS inizio periodo di sonno


In foto il Nodo 3 durante l'allestimento. Mancando l'alimentazione elettrica non è illuminato e i sistemi di ventilazione sono sostituiti dai condotti per il ricambio e la pulitura dell'aria. Infatti, come per tutti i moduli, a causa della possibilità di presenza di residui di lavorazione e polveri a terra, giunti in condizioni di microgravità è necessario prestare molta attenzione agli occhi e al sistema respiratorio per questo potenziale pulviscolo in sospensione.
Foto: NasaTV.

2 commenti:

phoenix 1994 ha detto...

Ma se si fossero accorti che il rivestimento termico avrebbe comportarto dei gravi rischi per lo Shuttle e per l'equipaggio durante il rientro, cosa avrebbero fatto? L'avrebbero riparato con un'attività extraveicolare aggiuntiva o sarebbero rimasti là in orbita con lo Shuttle attraccato in attesa del Discovery in partenza a marzo?
E' mai successo? In questi casi che si fa?

Monzitrek ha detto...

Esattamente come hai descritto tu.
Gli astronauti eseguirebbero una EVA per tentare la riparazione e poi la navetta verrebbe fatta rientrare vuota con il pilota automatico (che verrebbe "attivato" inserendo la Barra di Comando Remoto che permette di pilotarla a distanza) per tentare di recuperarla. L'equipaggio intanto resterebbe sulla Stazione in attesa della STS-131 che verrebbe eseguita con un equipaggio ridotto a 4 elementi in modo da avere spazio per rientrare poi in 10. In seguito verrebbe eseguito un lancio o due aggiuntivi di cargo Progress per ripristinare le scorte di risorse della Stazione.

Solo nel caso che la navetta non fosse sicuramente recuperabile si opterebbe per la sua distruzione facendola rientrare capovolta e con la stiva aperta sul pacifico meridionale.

Non è mai successo e l'unica volta che sarebbe servito non effettuavano ancora il controllo dello scudo termico.
Quello Shuttle si chiamava Columbia ed era la STS-107...