Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

giovedì 28 gennaio 2010

Marte è vicino!

Oggi il pianeta Marte si trova alla minima distanza da noi, soli 99,3 milioni di chilometri. Fino a marzo del 2014 non sarà più così vicino e osservabile.
Non è alla distanza minima in assoluto, anzi, dato che Marte si trova quasi all'afelio della sua orbita si tratta di una delle opposizioni più sfavorevoli, ma comunque sono situazioni che si verificano solo ogni due anni. Grazie a questa vicinanza, la magnitudine del pianeta rosso arriverà a -1,28, lontano dal massimo ottenuto qualche anno fa, quando nell'opposizione perielica del 27 agosto 2003 era a 55,8 milioni di chilometri e brillava a -2,9.

Una curiosità di quest'opposizione sarà la possibilità di osservare la calotta polare nord durante questo periodo in cui, con l'arrivo della primavera, i ghiacci si stanno ritirando.

Naso all'insù quindi e grazie all'opposizione (cioè Marte si trova dalla parte opposta del firmamento rispetto al Sole) si ha tutta la notte a disposizione per le osservazioni. Marte è quella "stella" rossiccia che sale ad est poco dopo il tramonto.

2 commenti:

phoenix 1994 ha detto...

Quando terminerà il perodo favorevole per le osservazioni?
Da Coelum sembra che il periodo osservativo favorevole dura per pochi giorni dopo l'opposizione di oggi: è giusto?

Monzitrek ha detto...

Non proprio pochi giorni, dato che i pianeti si allontanano progressivamente causando una costante perdita di luminosità. Oggi e domani sono i giorni migliori, ma si potrà continuare ad osservare bene per diverse settimane.