Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

sabato 15 marzo 2008

Lancio fallito.

No, non sto parlando del Delta II, ma di un Proton-M russo che avrebbe dovuto portare in orbita geostazionaria (36'000 km) il satellite americano per telecomunicazioni Americom AMC-14 costruito da Lockheed Martin.
L'upper stage Breeze-M (lo stadio superiore, quello che esegue il trasferimento orbitale verso l'orbita geostazionaria) ha avuto un difetto di spinta e si è fermato a 28'000 km di quota.
Il lancio è avvenuto alle 00:18 italiane di stanotte dal cosmodromo di Baikonur che la Russia "affitta" ormai da tempo per le missioni commerciali ed il guasto si è verificato alle 00:28.
Il satellite è comunque perfettamente funzionante, ma purtroppo totalmente inutilizzabile dalla posizione in cui è giunto. Era previsto che servisse il Nord America con copertura di telecomunicazioni per almeno 15 anni. Ora il suo destino è nelle mani del committente, la SES Americom per la EchoStar Corporation.
E' un brutto colpo per la ILS (International Launch Services) società russo-americana che gestisce i lanci commeciali privati di vettori Proton-M ed è di proprietà di Khrunichev Center, RSC Energia e Space Transport Inc.
Questo fallimento porterà ad un aggravio immediato nei costi di lancio a causa dell'ovvio aumento di prezzo delle coperture assicurative necessarie in ogni lancio.
Il Proton ha finora eseguito 45 lanci e ne sono falliti 5, mentre su 22 lanci del Breeze-M questo è il terzo fallimento.
Non è più un vettore così affidabile, infatti le percentuali di successo del Proton scendono e ora è meno sicuro di Ariane 5, Zenit 3SL, H-2A, Atlas 5, e CZ-3.
Nell'upper stage, che si è ormai separato dal satellite, sarebbero rimaste 16 tonnellate di idrazina a causa dell'accensione incompleta, ma dicono che non ci sono pericoli perchè in caso di rientro in atmosfera si distruggerebbe tutto.

Nessun commento: